Giù le mani dalle donne

Di libri italiani che narrano la tragedia della violenza esercitata da certi uomini contro donne e minori ne sono stati scritti molti. Storie di ordinaria follia, sia per il carnefice che per la vittima. Ma nessuno è il frutto dell’esperienza sul campo di una penalista vittimologa.

Screen Shot 2015-09-17 at 10.43.33

Una professionista, che affronta la vita “sporca e cattiva” tutti i giorni e che conosce le dinamiche sottili e perfide di un abuso, perché l’ha visto migliaia di volte.

Giù le mani dalle donne” non è un romanzo e tanto meno un legal thriller. Piuttosto un “manuale di istruzioni” che, analizzando tutte le casistiche della violenza esercitata sui “più deboli”, fornisce tutti gli strumenti per sapere come difendersi, nel segno della Legge e dello Stato.

Essere vittima di qualsiasi tipo di abuso, fisico, virtuale o psicologico, è una tragedia complessa che implica molti aspetti contemporaneamente. Molte volte però, prima di tutto, chi subisce una violenza, ignora che esiste un mondo organizzato e, non avendo risorse economiche, gratuito, a disposizione delle vittime. Un mondo di professionisti che sa come aiutare e sostenere, ma soprattutto come agire in modo risolutivo. “Giù le mani dalle donne” è la legge, tradotta in lingua comprensibile, ma soprattutto la divulgazione degli strumenti a disposizione di qualsiasi donna o minore per difendersi e far rispettare la propria dignità e i diritti che sono alla base della civiltà.

I contesti affrontati

  1. Divorzio e obblighi familiari
  2. Maltrattamenti
  3. Stalking, grooming, cyber stalking
  4. Reati compiuti via web
  5. Violenze sessuali
  6. Lesioni gravi e omicidio

Il libro ha una prefazione di Maurizio Costanzo che potete leggere qui, e dalla pubblicazione ha ricevuto 12 premi e riconoscimenti.

Inoltre qui potete scaricare gratuitamente il capitolo in pdf “Reati su internet”.