Ludopatia e violenza: Convegno sul Gioco d’azzardo a Cesano Maderno

Gli eventi del 2016 si stanno differenziando per pubblico e tematiche!

Alessia Sorgato ha preso parte al Convegno “Noi non ci azzardiamo“, lo scorso 18 Febbraio, presso il palazzo Arese di Cesano Maderno.

In che modo il Gioco d’Azzardo è correlato agli ambiti portati avanti dallo studio?

Secondo gli approfondimenti medici, i circuiti neurologici coinvolti nella dipendenza dal gioco sono gli stessi che conducono a episodi di violenza interfamiliare.
Ma non è tutto. Lo sperpero di denaro, altrimenti destinato al bilancio domestico, è a tutti gli effetti riconoscibile come violenza nei confronti del/la partner e dei figli.
Tale aspetto, come indicato nel Decalogo di “Giù le mani dalle donne”, è a tutti gli effetti un maltrattamento e, quindi, un reato.

Il confronto durante il convegno ha portato all’attenzione del pubblico una panoramica interessante, ancora poco esplorata.

Ci auguriamo un rinnovo di queste occasioni di incontro!

 

One thought on “Ludopatia e violenza: Convegno sul Gioco d’azzardo a Cesano Maderno

  1. Considerando la mia esperienza personale, la ludopatia può anche essere movente di violenze psicologiche e fisiche. Quando il giocatore giunge a toccare il fondo spesso medita il suicidio e lo stato d’animo simile alla depressione può portare a rivolgere all’esterno la violenza adoperata verso se stesso. Fortunatamente mi sono ravveduto prima essendo di carattere docile, e abituato a guardarmi dentro. Ma talvolta di fronte ai fatti di cronaca, mi domando quanti omicidi consumati tra le mura domestica abbiano alla radice problemi inerenti la ludopatia.

Lascia un commento